MEDITAZIONE 16-2017

A volte pensiamo di “dover” amare gli altri spinti da una cultura, spesso religiosa, dove il bene degli altri vieni prima del nostro stesso bene.
In realtà questa credenza genera solo sensi di colpa inutili a noi, rendendo inefficaci le azioni “amorevoli” verso gli altri.
Come possiamo pensare di amare qualcuno se non amiamo prima noi stessi? Come possiamo passare, insegnare, mostrare agli altri qualcosa che per primi non abbiamo? Quando riusciamo ad amarci veramente per quello che siamo, tutto il mondo attorno a noi (comprese le persone), godranno del nostro essere amorevoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...